Procedura Whisleblowing


Per garantire ulteriormente la tutela di tutti gli stakeholder, CWS ha implementato la Procedura Whistleblowing, conformandosi alle disposizioni introdotte dalla normativa del 2019 relativa alla “Protezione degli autori di segnalazioni di reati o irregolarità emerse in un contesto lavorativo pubblico o privato” (conosciuta come Whistleblowing).

Questa procedura mira a offrire a qualsiasi individuo, inclusi Clienti e Fornitori, la possibilità di segnalare comportamenti, rischi, reati o irregolarità, consumati o tentati, dannosi per gli interessi dell’Azienda o comunque suscettibili di violare il Codice Etico.

La segnalazione di individui ritenuti responsabili di atti illeciti è essenziale per prevenire comportamenti corruttivi, proteggendo così l’integrità dell’azienda e garantendo correttezza e legalità per tutti gli attori coinvolti nell’attività aziendale.

La procedura consente di gestire in modo chiaro l’oggetto, i contenuti, i destinatari e le modalità di trasmissione delle segnalazioni, nel pieno rispetto delle forme di tutela offerte al segnalatore dal nostro ordinamento. Egli è infatti assicurato contro qualsiasi forma di ritorsione, discriminazione o penalizzazione e ha il diritto di richiedere la riservatezza della propria identità.

Attraverso l’adozione di tutti questi strumenti, CWS si propone come promotrice e garante dei valori di legalità, responsabilità, trasparenza, sicurezza ed etica professionale nei confronti di tutti gli stakeholder.

COSA SI PUÒ SEGNALARE?

Possono essere oggetto di segnalazione le informazioni che riguardano comportamenti, atti, omissioni, anche tentati, che possono comportare pregiudizio per la Società in quanto lesivi della sua integrità o dell’interesse pubblico, di cui si è venuti a conoscenza nel contesto lavorativo. Ai sensi del D.lgs. 24/2023 oggetto della segnalazione possono essere comunicazioni di violazioni, consistenti in illeciti che rientrano nell’ambito di applicazione delle norme, nazionali e/o europee, applicabili all’attività svolta dalla Società cui la segnalazione si riferisce, con riguardo ai seguenti settori:

•Illeciti commessi nell’ambito della gestione di appalti pubblici;

•Violazione delle norme che regolano i servizi, i prodotti ed i mercati finanziari, nonché delle norme poste a prevenzione del riciclaggio e del finanziamento del terrorismo;

•Violazione delle norme a tutela dell’ambiente;

•Violazione delle norme poste a tutela della salute pubblica;

•Violazione delle norme volte alla tutela della vita privata e protezione dei dati personali, nonché alla sicurezza delle reti e dei sistemi informativi;

•Violazione delle norme poste a tutela del consumatore;

•Violazione delle norme in materia di sicurezza e conformità dei prodotti e sicurezza dei trasporti, nonché sicurezza degli alimenti e dei mangimi e benessere degli animali;

•Violazione delle norme in materia di radioprotezione e sicurezza nucleare;

•Atti od omissioni che relativamente alla frode ed altre attività illegali ledono gli interessi finanziari dell’Unione Europea di cui all’art. 325 del TFUE come individuati nei regolamenti, direttive, decisioni, raccomandazioni e pareri dell’UE (frodi, corruzione e qualsiasi altra attività illegale connessa alle spese dell’Unione Europea;

•Violazione delle norme in materia di concorrenza;

•Violazione delle norme in materia di aiuti di Stato,

•Violazione delle norme in materia di mercato interno connesse ad atti che violano le norme in materia di imposta sulle società o i meccanismi il cui fine è ottenere un vantaggio fiscale che vanifica l’oggetto ovvero la finalità della normativa applicabile in materia di imposta della società;

•Atti o comportamenti che vanificano l’oggetto o le finalità delle disposizioni di cui agli atti dell’Unione Europea nei settori di cui sopra;

•Condotte illecite rilevanti ai sensi del D.lgs. 231/2001 o violazioni del Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo.

Le informazioni possono riguardare sia le violazioni commesse, sia quelle non ancora commesse che il segnalante, ragionevolmente, ritiene potrebbero esserlo sulla base di elementi concreti. Possono essere oggetto di segnalazione anche quegli elementi che riguardano condotte volte ad occultare le violazioni.

SONO ESCLUSE LE SEGNALAZIONI DI SEGUITO INDICATE:

•Contestazioni, rivendicazioni o richieste legate ad un interesse di carattere personale della persona segnalante che attengono esclusivamente ai propri rapporti individuali di lavoro o di impiego pubblico ovvero inerenti ai propri rapporti di lavoro con le figure gerarchicamente sovraordinate. A titolo esemplificativo, sono escluse le segnalazioni riguardanti vertenze di lavoro o discriminazioni tra i colleghi; tali segnalazioni dovranno continuare ad essere inviate alle funzioni del Personale di competenza che si occuperanno della relativa gestione;

•Reclami relativi a disservizi delle prestazioni svolte dalla Società, che dovranno continuare ad essere inviati alle funzioni aziendali a ciò dedicate;

•Notizie palesemente prive di fondamento, informazioni di dominio pubblico, informazioni acquisite sulla sola base di indiscrezioni o vociferazioni scarsamente attendibili (c.d. rumors/voci di corridoio);

•Segnalazioni di violazioni già disciplinate in via obbligatoria dagli atti dell’Unione Europea o nazionali oppure da atti nazionali che costituiscono attuazione degli atti dell’Unione Europea con riguardo ai seguenti ambiti: servizi finanziari, prevenzione del riciclaggio di denaro o del finanziamento del terrorismo, sicurezza dei trasporti, tutela dell’ambiente;

•Segnalazioni di violazioni in materia di sicurezza nazionale e di appalti relativi ad aspetti di difesa o di sicurezza nazionale, a meno che tali aspetti rientrino nel diritto derivato pertinente dell’Unione Europea.